art5
Come liberarsi dalle zanzare: consigli utili
luglio 7, 2015
art4
Come liberarsi dalle formiche: consigli utili
luglio 15, 2015
Guarda tutti
art20

Il web ci rende più facile la vita: basta digitare per ottenere moltissime informazioni e soddisfare così la nostra curiosità e voglia di sapere. Eppure, non è detto che ciò che leggiamo online sia sempre vero, anzi. È importante stare attenti a bufale e notizie falsate.

Nel web si trovano notizie false anche sulle blatte. Ecco tre verità sulle blatte, che forse non sapevi.

Le blatte si accoppiano solo in volo. FALSO. L’accoppiamento avviene a seguito del richiamo sessuale del maschio, che attira la femmina con una stimolazione tramite secreti odorosi, per compiersi poi in un ciclo vitale prevalentemente oviparo (salvo particolari eccezioni). Le uova fecondate (diverse decine, nella maggior parte delle specie) sono rilasciate quindi dalle femmine all’interno di ooteche, presso luoghi riparati, umidi e oscuri, e dalla schiusa al completo sviluppo, le blatte compiono all’incirca 5 o 6 mute.

Le ali delle blatte crescono solo a giugno. FALSO. Il ciclo di sviluppo delle blatte può durare da alcuni mesi ad alcuni anni, a seconda della specie. In genere, le blatte si sviluppano e crescono nel periodo che vanno da aprile ad ottobre. Non vi è periodo preciso per la crescita delle ali, come è ovvio, questo segue il ciclo di vita dell’insetto.

Per combattere le blatte si deve usare la creolina. FALSO. La creolina è un composto derivato dal catrame di carbon fossile usato in soluzione liquida come disinfettante. Scoperta alla fine del XIX da William Pearson, diventa poi marchio registrato. La creolina viene in genere utilizzata per disinfezione e rimozione dello sporco da pavimenti e pareti, lavaggio e disinfezione di pavimenti di ambulatori veterinari, lavaggio e disinfezione dei contenitori dei rifiuti urbani solidi, speciali ed ospedalieri e delle aree ad essi preposte, lavaggio e disinfezione dei mezzi destinati al trasporto di animali vivi. Per togliere le muffe, i muschi dalle pareti delle cantine e combattere i cattivi odori.

Quindi di sicuro non è la sostanza più adatta a combattere le blatte. Piuttosto per liberarsene definitivamente bisogna rivolgersi ad un professionista che, ad esempio, in città non si limiti a cospargere superficialmente le strade ed i tombini, ma svolga una deblattizzazione profonda con insetticidi spray applicati nella maniera corretta. Anche a casa si può ricorrere ad insetticidi prodotti ah hoc, oggi facilmente reperibili sul mercato (anche online).

Attenzione, quindi, a cosa leggete. E grazie ai più attenti lettori che pescano gli errori e ce li segnalano.