Come eliminare i tarli dai mobili: una serie di consigli utili

art14
Il Comune di Portici ordina la deblattizzazione
luglio 30, 2015
art13
Disabituante per cani e gatti: consigli utili
agosto 6, 2015
Guarda tutti
art3

I tarli sono insetti che trovano nel legno la condizione ideale per vivere e riprodursi. Essi, infatti, attaccano i mobili per riprodursi nei piccoli tunnel che vi scavano, danneggiandoli in modo evidente se li si lascia agire indisturbati. Ce ne sono per ogni qualità di legno e vanno ostacolati nella loro azione, per preservare la bellezza e l’integrità del mobile.

L’ambiente ottimale per la riproduzione dei tarli ha in genere un’umidità del +50%, altrimenti le larve si essiccano e muoiono. La temperatura più favorevole a questi insetti è sui 22-23 gradi, ma riescono ad adattarsi anche a temperature più basse. Di solito, prediligono i mobili degli appartamenti perché sono quelli che subiscono di meno possibili variazioni atmosferiche ed ambientali.

È possibile eliminarli, debellando il più possibile l’infestazione, ma soprattutto cercando di creare situazioni non adatte al loro proliferare.

Ecco, quindi, alcuni consigli utili su come eliminare i tarli dai mobili.

Metti dei mazzetti di lavanda negli armadi e nei cassetti. I tarli, infatti, non amano il suo odore e questa soluzione potrà aiutarci a tenerli lontano dai nostri mobili. Potrebbe, inoltre, essere utile quando si fa il cambio di stagione lavare l’interno dei mobili ed i cassetti con un composto di acqua, aceto e lavanda, applicato dopo averlo lasciato macerare per 24 ore.

Passa un panno imbevuto di essenza di eucalipto. Anche questo è un profumo non apprezzato dai tarli.

Strofina il mobile con spicchi d’aglio. Un rimedio naturale che pare molto efficace. Dopo aver strofinato energicamente, il mobile va chiuso nel cellophane, o anche avvolto con la carta trasparente in modo ermetico, e lasciato così per diversi giorni. Dopo l’apertura e un buon arieggiamento, la puzza d’aglio non si sentirà più e i tarli dovrebbero essere andati via.

“Dai aria ai mobili di legno”. È consigliato, soprattutto per prevenire l’attacco da parte dei tarli, arieggiare spesso le stanze dove ci sono mobili di legno, così da non far diventare questi ambienti troppo umidi. L’umidità, come già detto, insieme alla poca luce ed alla poca aria, è condizione ottimale per la riproduzione di questi insetti.

E se questi rimedi non sono efficaci, puoi provare Cipertrin T, insetticida ad azione abbattente, snidante e residuale, una volta diluito in acqua, va irrorato sui muri, i pavimenti e le altre superfici degli ambienti da disinfestare, insistendo particolarmente nel trattamento di angoli, crepe, fessure, interstizi, tubazioni e di tutti quei punti che possono essere sorgenti di infestazioni o percorsi abituali degli insetti.